info@nextdestinationgo.it +39 081 5066628

Il viaggiatore e la sua valigia

Si dice che viaggiare in aereo sia uno dei modi più efficaci per trovare la propria anima gemella o quanto meno un buon amico. Tutto molto bello, ma prima di perdere la testa per qualcuno durante poche ore di volo, tentate di capirne di più. E non solo attraverso una piacevole conversazione interrotta qua e là dagli annunci in cabina, bensì prestando attenzione alla valigia del suddetto passeggero. Sembra una banalità, ma il trolley o borsone che sia possono rivelare molto sulla personalità di un viaggiatore. Un tempo lo stereotipo era la classica valigia di cartone simbolo di tanti emigranti in cerca di fortuna o il baule da principessa in vacanza. Oggi il mondo è molto più variegato.

Tutti i tipi di viaggiatore
Se viaggia con la valigia monogrammata che urla il nome di un lussuoso brand da ogni angolo, potrebbe trattarsi di un egocentrico narcisista dotato anche di un pessimo gusto. La classe non è acqua, il vero ricco non ostenta. Ancora più grave se, osservando con attenzione, doveste scoprire che il marchio è falsificato (male). Tarocco.

Se viaggia low cost con valigia low cost (anche un po’ sgangherata), aspettatevi un profilo…low cost! Vi si prospetta un futuro sempre a prova di budget, il che non è per forza negativo. Il problema è se durante la prima vacanza insieme dovesse proporvi di partire a febbraio per una settimana con lo zainetto perché non vuole spendere soldi per un bagaglio in più. Se a quel punto dovesse sfoggiare anche un marsupio anni ’90 come supporto d’emergenza, è il caso di spaventarlo a morte con un biglietto di business class, a vostro nome, sola andata. No frills.

Se viaggia con una classica valigia scura, sofisticata e impeccabile, potreste essere davanti alla perfezione. Stile, eleganza, discrezione. Ma non fatevi ingannare facilmente. Dietro tutto ciò potrebbe esservi una persona estremamente precisa con le mutande piegate e suddivise in scala cromatica e un’ossessione per il dettaglio. Pignolo.

Se lei viaggia con una valigia rosa e qualunque cosa la circondi è altrettanto rosa, fuxia o confettino siete davanti a qualcuno che sicuramente non intende passare inosservato. Si giustificherà dicendo che con quel colore lì la valigia è di facile identificazione, ma mente. Un’apparente frivolezza esteriore e una femminilità spiccata celano spesso un animo romantico. Potenzialmente ideale, preparatevi a una vita esuberante dove al centro ci sarà sempre lei. Fotonica.

E infine, occhio al nastro della consegna bagagli! Potrebbe esserci lo sportivo che per abitudine porterà con sé solo un mega borsone, l’escursionista con lo zaino da sherpa, ma soprattutto loro: quelli che addobbano la valigia.

Poco avvezzi all’ambiente aeroportuale, tendenzialmente distratti e poco pratici, viaggiano sempre con il vecchio trolley nero comprato nel ’92 ma che tutto sommato è ancora nuovo. Presi dall’ansia di averlo rubato come nemmeno ti scambiassero un figlio in culla, decorano il bagaglio con nastrini, adesivi e cianfrusaglie varie. Un tripudio di kitsch accettabile (forse) solo sotto Natale. Accessoriati.

E voi, che viaggiatori siete?

Viaggiare è una filosofia di vita.
E lo si capisce dalla
tipologia di viaggio che una persona sceglie,
dalla sua valigia
e dalla guida turistica acquistata.