info@nextdestinationgo.it +39 081 5066628

Un viaggio nelle città della musica

Classica, latina, techno, jazz, blues o rock: a ognuno il suo genere, nelle città che hanno la musica nell’anima.
La musica è un elemento importante nella vita di ognuno… E’ un linguaggio universale.  Senza, secondo Nietzsche, la vita sarebbe un errore. E allora vale sicuramente la pena di dedicare un viaggio alla scoperta dei luoghi in cui nascono ritmo e melodia, un breve weekend o lungo soggiorno tra le note. La destinazione? La scelta è fortemente influenzata dalle preferenze personali. Abbiamo selezionato per voi alcune delle città più “musicali” del mondo:

Per chi ama andare sul “classico”: Vienna e Salisburgo. La musica classica, in Austria, appartiene al patrimonio culturale nazionale: è un motivo di orgoglio. Non esiste altra città al mondo in cui ogni sera circa 10 mila appassionati assistano a un concerto, come accade a Vienna, ricca di un calendario di manifestazioni. D’altronde qui sono diventati “grandi” Mozart e Beethoven.

 

Per chi vive di ritmo: L’Havana. Salsa, rumba e cha-cha-cha, ma anche tango, conga e bachata: nessuno può resistere ai ritmi latino-americani. E L’Havana, in questo, è una sorta di ombelico del mondo, di centro di eccellenza dove suoni e balli si mescolano in una miscela esplosiva.

 

Per “quelli della notte”: Berlino. Berlino non è solo la capitale della Germania ma è anche la culla della musica techno ed elettronica. Qui nascono le tendenze, qui ogni notte si scrive una nuova pagina di questo genere tra eccessi, sperimentazione e afterhours. Un movimento esploso negli anni Novanta, che ha trasformato la scena musicale internazionale all’insegna del divertimento a costi contenuti.

Per chi vuole tornare alle origini: on the road negli USA. Capitolo a parte meritano gli Stati Uniti: tra New York a Los Angeles è un tripudio di suoni, stili, generi, mix esclusivi e mai banali. Ma invece che un’unica località abbiamo deciso di distinguerci e suggerirvi un viaggio che ancor prima che musicale è culturale alla scoperta delle radici di jazz, blues e rock. Un buon punto di partenza può essere Chicago, la città del vento: dalla Black Ellis Station al Millennium Park, passando dalla casa di Muddy Waters, in ogni angolo si respira musica grazie a concerti improvvisati con ogni genere di strumento, tradizionale e non. Seconda tappa, Saint Louis: qui hanno esordito artisti eccellenti come Chuck Berry, Tina Turner e Miles Davis, e il blues si mescola alla poesia per performances che, nei locali giusti, ha un sapore antico e irresistibile. Terza tappa, e non potrebbe essere altrimenti, è Nashville: qui musica fa rima con “country” fin dagli anni Trenta e una testimonianza tangibile è rappresentata dalla Hall of Fame e da Gruhn, il più grande negozio americano di strumenti musicali. Acceleriamo il passo e ci dirigiamo a Memphis, nella patria di Elvis e del rock’n’roll. I fans di Presley vedranno appagati il loro bisogno di sapere tutto sul loro idolo con una visita alla famosa Graceland. Il nostro viaggio si chiude a New Orleans, là dove molto di tutto quello che vi abbiamo raccontato fino ad ora ha avuto inizio: jazz e sonorità afro-caraibiche sono una parte dell’altra. Indivisibili. Memorabili.

Perditi in un viaggio… Perditi nella musica!